Il peso dell’esperienza

Quando sai che parlare è impossibile. Che urlare non è da te. Che arrabbiarsi è una perdita di tempo. Che lamentarsi è da femmine ottuse.

E tuttavia.

Non riesci a trovare le parole. Non riesci a non pensarci. Non riesci a segnalare al pilota che avanza nella nebbia che dovrebbe rallentare, oppure deviare il percorso di qualche grado.

E oltretutto.

Ti senti in obbligo di offrire la solita performance di Sostegno & Amorevole Attenzione. Provi pena per il cuore di un altro. Il dolore altrui ti sembra più degno del tuo, non foss’altro perché non dimentichi mai di essere una donna fortunata.

Ecco: tutto questo possiamo chiamarlo esperienza. Perché sapevi dall’inizio che c’era questo rischio, e ti sei imbarcata lo stesso sperando di evitare di finire proprio in questo esatto punto qui. Ma non ci sei riuscita, ed è evidente che per individuare qualcuno a cui dare la colpa devi solo trovare uno specchio. Si chiama esperienza, dicevo.

E vorrei che fosse chiaro una volta per tutte che non serve a un cazzo.

disappontment

Annunci

One thought on “Il peso dell’esperienza

  1. Osservazione di Malipieri:
    Gli esperti di calcio non fanno mai tredici.
    Corollario
    Se lo facessero, non farebbero piu’ gli esperti di calcio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...