Swinging real estate

Ho messo un annuncio in rete per affittare una casa. L’ho affittata. E poi mi sono dimenticata di togliere l’annuncio, per cui ogni tanto qualcuno ancora mi scrive. E fin qui, tutto normale. Oggi me ne arriva uno così:

“Sarei interessata all’appartamento e gradirei, se possibile, vederlo. Esitare se agenzia. grazie”.

Io mi innamoro sempre degli atti mancati della lingua. Perché se usi una parola sbagliata, ciò che resta, al di là di tutto, è che dici una cosa diversa rispetto a quello che verosimilmente ti passava per la testa.

‘Esitare se agenzia’. Che aspetto potrebbe avere un’agenzia esitante? E un agente esitante? A me evoca un ballerino anni ’40 di quelli sottili e strazianti di Vettriano che ballano in riva al mare mentre un maggiordomo in livrea porge un drink su un vassoio d’argento.

– Signora, permette? Vorrei mostrarle un’abitazione, ma esito. Lei capisce. Ci conosciamo ancora talmente poco. E non vorrei che si facesse una cattiva impressione di me. Non potrei mai perdonarmelo.

La lingua, le parole. In un modo o nell’altro, mi emozionano sempre.

j vettriano the-singing-butler wikipaint

Annunci

2 thoughts on “Swinging real estate

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...