Fall down seven times, get up eight.

Andare a correre anche quando senti che non sei proprio al massimo della forma solo per dare seguito a un imprescindibile imperativo morale, e schiantarsi sull’erba alla prima radicetta sporgente che si frappone fra la nostra deriva kantiana e il bruto determinismo della materia: fatto.

we all fall down sometimes its whether we pick ourselves up that makes the difference

 

Annunci

6 thoughts on “Fall down seven times, get up eight.

  1. Ovviamente si. Uno che faceva nordic walking 10 metri avanti a me. Un attimo prima stavo pensando ‘adesso lo supero’. E un attimo dopo c’era solo l’imperativo morale dentro di me, e il cielo stellato subito sopra. Mi pareva di toccarlo.

    • Il cielo o il tizio che faceva nordic walking?
      Qui lo dico e qui lo scrivo che se non ti sei rotta niente tanto basta, ci fosse stata pure una folla di giapponesi con il flash carico in canna.

      • nordic walking… immagino sia possibile utilizzando un’apposita app che simuli un bosco innevato tutto attorno.

      • Rotta nulla, no. Sempre stata di gomma per fortuna. Poi il tizio non è stato di sicuro particolarmente supportivo, mi ha tirato un’occhiata pochissimo solidale. E non gli sono certo caduta addosso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...