Stand by me

I compagni delle medie, che non sentivo perlopiù da 35 anni, hanno aperto una pagina Facebook per patrocinare un revival. Fin qui, nulla di particolarmente eclatante.

E poi, come logo dell’impresa, sotto il titolo hanno scritto: il Tempo non scalfigge l’Amicizia. Erano persone carine. Non conservo brutti ricordi di nessuno di loro. Però porca pupazza, ragazzi, la mettete giù davvero dura, eh?

grammer-10

Close encounters of the third kind

Ieri sono andata dal parrucchiere. Mentre la ragazza – Veronica – mi lavava la testa, per passare il tempo ha cominciato a chiacchierare:

Non va in vacanza?

– Sono in ferie da domani per due settimane. La biblioteca chiude fino al 18 agosto

–  Ahh, e parte?

– No, rimango a casa.

Pausa solidale. A significarmi evidentemente la sua vicinanza nello spirito. E poi:

– Be’, meglio così, sa signora. A casa c’è comunque sempre tanto da fare. Lavare. Stirare. Cucinare.

L’esigenza di una testa a posto per una donna è importante, non dico di no. Però devo assolutamente smetterla di frequentare aliene.

 alien

Il Queer leader

Adesso esce fuori che gli piacciono i gay. Dico al leader dell’opposizione col toupè trapiantato. Ieri sera ho sentito anche l’intervista a Feltri ortogonalmente allineato col capo, che si pronunciava in favore dei diritti degli omosessuali con la stessa naturalezza di uno che mastichi cartone mescolato a calcestruzzo. Sembrava una di quelle dichiarazioni rese dagli ostaggi occidentali catturati in qualche lembo d’Africa o d’Arabia da gruppi più o meno simpaticamente affiliati ad Al Quaeda. Con un po’ d’attenzione, sullo sfondo dello studio, intravedevi in controluce il miliziano col machete che alla prima svista gli avrebbe fatto saltare il coppino tipo Mastro Titta al pieno della forma.

Insomma la linea di partito ora pare essere quella. Entusiasmo a mille. Parità di diritti. LGBT proud. E semo tutti froci e l’amo sempre saputo, cheteccredi?

Non ne capisco abbastanza di politica per immaginare perché ora gli convenga questa linea, ma stento a credere che sia spontanea, come ogni altra cosa che ha detto o che ha fatto, ad eccezione dei soli pregiudizi veterotestamentari innati. Quella è proprio roba sua, automatismi inconsci e alleli reazionari che s’è portato dietro per via ereditaria dai tempi del nonno del nonno di suo nonno. Qualsiasi altra cosa invece è frutto di calcolo politico, per cui immagino che nemmeno questa faccia eccezione.

Va bene, stiamo a vedere cosa succede. Hai visto mai che da una verità che non ha fatto altro che invalidare con ogni cosa che ha detto negli ultimi vent’anni, non esca fuori per miracolo qualcosa di buono. Visto che una volta tanto quel che coincide con i suoi interessi del tutto incidentalmente risulta essere anche una sacrosanto principio di civiltà. Non che ci creda davvero. Sarà per l’appunto solo fuffa mediatica per buttarla in vacca. Ma insomma, certe volte succede.

L’ottimismo è comunque un dovere civile. Spesso l’ultimo che resta possibile praticare. Quindi teniamocelo caro.

img_archivio11922013114845

Hide and seek

Ho cancellato il mio profilo Facebook.

Siccome Zuckerberg ci conosce quasi meglio della mamma, le procedure di annichilimento del profilo funzionano così. Pigi un tasto che veicola il seguente messaggio: occhei, ti cancello. Visto che me lo chiedi, ti cancello. Sei proprio sicuro che sia quello che vuoi? Va bene, va bene, non insisto, ti cancello. Non voglio mica farmi gli affati tuoi  Ma secondo me è prematuro. Però siccome sei adulto e vaccinato, mi chiedi di cancellarti, e io ti cancello.

Non è che usi esattamente queste precise parole, però non ci va nemmno tanto lontano. A un certo punto nel corso della procedura per esempio appaiano i volti dei tuoi amici, e sotto le fotine la discalie che dicono: ma sei sicuro? Mancherai a Tizio! Caio sentirà la tua mancanza!

Il che incidentalmente coincide proprio con quel che mi hanno detto i pochi amici che ho preallertato della mia decisione nichilista, perché li sentivo solo lì e sapevo che se la cosa si fosse verificata all’improvviso e senza spiegazioni, si sarebbero anche preoccupati.

Insomma, dicevo. Zuckerberg ci conosce. E quindi, anche se alla fine ti cancella, lo fa con un’opzione per la tua resurrezione. In realtà, resta tutto lì. Riattivabile in ogni momento. Basta che fai domanda per il defibrillatore digiatale e via – un, due tre, libera! –  parte la scarica immediata e il cuore riprende a battere. Devi solo reinserire la tua password e trovi proprio tutto come prima.

Per cui chi lo sa. Magari torno. Quel che è certo è che passerò più spesso qui, perché le mie anime digitali vanno abbastanza a compensazione.

Non so nemmeno bene perché ho deciso di chiudere.Del resto, dovessi spiegare perché l’avevo aperto, anche lì non potrei certo tenere una conferenza di due ore.

La digitalizzazione è così. Si infiltra nella tua vita come la nebbia. E all’improvviso non sai più dove sei.

FogSanFran

Demotivational channel

Oggi ero proprio seriamente intenzionata a tornare a scrivere qualcosa sul blog – non credo di essere mai stata assente così a lungo se non nei casi in cui avevo deciso di chiudere – e cosa mi tocca leggere per lavoro?

Un articolo del Washington Post che dice, sostanzialmente, che la generazione dei nativi digitali ha sviluppato dei circuiti neuronali di lettura che risultano molto utili per discriminare informazioni nella rete senza farsi sommergere dall’overflow informativo. Ma che ha pressochè totalmente disattivato tutti quelli che servono a una lettura profonda.

C’è un paragrafo che dice proprio così:

Several English department chairs from around the country have e-mailed her to say their students are having trouble reading the classics.“They cannot read Middlemarch.’ They cannot read William James or Henry James,” Wolf said. “I can’t tell you how many people have written to me about this phenomenon. The students no longer will or are perhaps incapable of dealing with the convoluted syntax and construction of George Eliot and Henry James.”

E io, in un mondo di gente che non può più leggere Middlemarch – quella vera, dico, non le mie quattro cagate – esattamente cosa ci sto a fare?

middlemarch-2